EMERGENZA COVID-19

Nessuno deve rimanere solo e senza aiuto

  •   15 Maggio 2020

Per l’emergenza COVID-19 come ACC di Lecco ci siamo concentrati sulla città di Lecco mettendo in campo tre conferenze.

Abbiamo pensato che la consegna di viveri a domicilio fosse già sufficientemente applicata da Croce Rossa, Protezione Civile e Caritas, e che quindi sarebbe stato poco efficace spenderci sullo stesso obiettivo come S.Vincenzo.

Abbiamo concordato che le famiglie in difficoltà debbano essere messe in grado di operare in autonomia e con dignità: per questo lo strumento dei “buoni spesa” ci è parso l’ideale per consentire di fare acquisti di generi alimentari, e non, con la massima libertà, potendo scegliere l’esercizio commerciale e la spesa secondo le proprie necessità.

Ci siamo accordati con i negozianti dei quartieri su cui agiscono le conferenze, acquistando in anticipo dei buoni spesa presso supermercati, alimentari tradizionale, macelleria, fruttivendolo, farmacia e articoli per la cura della persona e della casa.

Il budget messo a disposizione è stato inizialmente di 10.000€, con contributo equivalente da ciascuna conferenza e dalle parrocchie: con una parte di questo budget abbiamo acquistato una prima tranche di buoni spesa e composto un “portafoglio” con tutte le tipologie di buoni spesa per ogni famiglia. Le famiglie bisognose sono state identificate incrociando i dati a disposizione delle conferenze, del banco alimentare parrocchiale e del Centro di Ascolto Caritas.

Utilizzando il modello ideato dall’ACC di Varese abbiamo poi predisposto dei volantini da esporre in ognuno dei negozi aderenti e pubblicato il volantino sui canali social del quartiere e delle parrocchie.

Oltre a questo, per coinvolgere maggiormente la comunità, abbiamo posizionato nei negozi delle apposite cassette personalizzate per la raccolta di offerte.

Dobbiamo anche segnalare con gioia che, per la distribuzione a domicilio dei buoni spesa, si sono resi disponibili anche una decina di giovani studenti che sono stati inseriti come “volontari” nelle conferenze di S.Vincenzo ed adeguatamente tutelati dalla copertura assicurativa nazionale: le nostre conferenze hanno ora dei giovani volontari che in futuro avranno la facoltà di diventare soci a tutti gli effetti, dopo aver maturato e sperimentato sul campo l’approccio di prossimità e di carità organizzata della S.Vincenzo de Paoli.

Nei giorni prima di Pasqua, per addolcire la situazione, abbiamo anche regalato uova di cioccolato per i bambini!

Dopo due settimane di attuazione dei buoni spesa, nel solo mese di aprile 2020, abbiamo raccolto circa 5.000€ con le offerte lasciate nelle cassette presso i negozi e con la raccolte su conto corrente bancario. Questo è motivo di gioia perché ci fa capire che la comunità, se sensibilizzata, risponde con generosità e fiducia.

Per i prossimi interventi stiamo pianificando l’emissione di nuovi “buoni spesa” e parallelamente stiamo progettando i sussidi per altre tipologie di difficoltà emergenti:  bollette in scadenza, rate di affitto, necessità di vestiario per adulti e bambini, spese per connessioni internet (lezioni on-line con consumo di Gbyte per chi ha contratti “ricaricabili”), spese per libri e materiale scolastico per l’inizio del nuovo anno a settembre.


Immagini